Visitare Brescia in un giorno (copyright parisianinrome)

Brescia, cosa vedere in un giorno ? 5 tappe imperdibile

Tra le più belle ed interessanti città italiane, Brescia è ideale per trascorrere un weekend rilassante. Raggiungibile in poco meno di quattro ore da Roma, è la seconda città più importante della Lombardia dopo Milano. Comunemente denominata “la leonessa d’Italia” per i dieci giorni di resistenza agli austriaci durante il Risorgimento Italiano (dal 23 marzo al 1º aprile 1849), è un gioiello di arte e storia la cui affascinante bellezza è stata celebrata da poeti e scrittori di tutto il mondo.

Visitare Brescia in un giorno : Piazza della Vittoria (copyright Parisianinrome)
Piazza della Vittoria (Brescia)

Anche se potrebbe sembrare una frase fatta, ho trovato Brescia realmente una città a misura d’uomo in grado di accogliere tanto il turista quanto di prendersi cura del residente abituale. Il centro storico è facilmente percorribile a piedi e reca tra i suoi palazzi e monumenti sofisticate testimonianze di ogni epoca, curiosità e storie.

Visitare Brescia in un giorno : statua Niccolò Tartaglia (Copyright Parisianinrome)
Niccolò Fontana (noto come Niccolò Tartaglia) – Viccolo S. Marco (Brescia)

Ho scelto per voi follower di Parisianinrome, alcune delle tappe che secondo me non devono mancare quando si visita questa città.

Duomo Vecchio e Nuovo

Visitare Brescia in un giorno : Piazza del Duomo (copyright Parisianinrome)
Piazza del Duomo (Brescia)

Assai inconsueto trovare due duomi nel cuore del centro storico di una città. A Brescia, invece, rimarrete sorpresi da ciò che troverete in piazza Paolo VI.

Il Duomo Vecchio, conosciuto anche con il nome “la Rotonda” per via della sua forma caratteristica, costituisce uno degli esempi di edificio romano a pianta circolare dell’undicesimo secolo. E stato eretto sopra la basilica invernale Santa Maria Maggiore costruita nel VII secolo. Tra le opere più importanti presenti al suo interno si trovano alcuni dipinti di Moretto (l’Assunta, San Luca e San Marco), le opere di Gerolamo Romanino (Acqua Zampillata della roccia e Raccolta della manna), il sarcofago del vescovo Berardo Maggi (1308) e l’importante tela di Francesco Maffei Traslazione (Traslazione dei corpi di san Dominatore, san Paolo e san Anastasio vescovi di Brescia).

Al suo fianco, si trova il Duomo Nuovo dedicato all’Assunzione della Vergine, più precisamente chiamata Cattedrale estiva di Santa Maria Assunta.  Fu eretta progressivamente in un’epoca compresa tra il 1604 e il 1825 sull’area in cui sorgeva la basilica paleocristiana di San Pietro de Dom (V-VI secolo). Al suo interno, maestoso e solenne, troviamo altri importanti dipinti come quello di Moretto (Sacrificio di Isacco), Jacopo Zoboli (Assunta e apostoli del 1773), Pietro Rosa (San Martino e il giovane) e Palma il Giovane (Assunta venerata dai santi Carlo e Francesco e dal vescovo Marino Giorgi).

Piazza del foro e il Capitolium

Visitare Brescia in un giorno :  Area archeologica del Capitolium a Brescia  (73 d.C.) - Copyright Parisianinrome
Capitolium – Piazza del Foro (Brescia)

La dominazione romana ha lasciato un segno profondo nell’architettura della città, lo stesso nome odierno di Brescia deriva dall’antico nome latino Brixia. Una delle più antiche piazze sorge sul vecchio foro della città romana del I secolo d.C, completato in seguito da Vespasiano. Questo complesso archeologico conserva ancora oggi alcuni degli edifici più antichi e significativi di età romana del nord Italia e per questa ragione è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità e inserito nel progetto seriale “Longobardi in Italia : i luoghi del potere”.

Fiore all’occhiello dell’archeologia lombarda, il Foro presenta le principali caratteristiche tipiche dell’urbanistica romana dove si svolgevano l’attività politica, l’amministrazione della giustizia, gli affari e il commercio cittadino. Era di forma canonicamente rettangolare, circondata da portici sui quali si affacciavano le botteghe degli artigiani.

Il Tempio Capitolino detto anche Capitolium fu eretto nel 73 d.C. dalla volontà dell’imperatore Vespasiano sopra il Santuario Repubblicano del I sec. a.C. Il Tempio era destinato alla venerazione degli dei Giove, Giunone, Minerva che formavano la Triade Capitolina – da cui deriva il nome del Tempio. E’ la più importante testimonianza della “Brixia” romana.

Piazza della loggia

Visitare Brescia in un giorno : Piazza della Loggia (copyright Parisianinrome)
Piazza della Loggia (Brescia)

Gioiello rinascimentale lombardo veneto, Piazza della Loggia detto anche Piazza Loggia è sicuramente la più bella piazza della città. Tristemente entrata nella storia per la strage del 1974, la Piazza viene progetta dal podestà Foscari alla fine del XV secolo e diventa subito il cuore pulsante della città sia per la sua posizione, sia per la sua Loggia. I principali edifici che ritroviamo sulla piazza, oltre alla Loggia, sono il palazzo Notarile, casa Vender e i portici con la Torre dell’Orologio.

Sul suo lato orientale, si trova la famosa Torre dell’Orologio eretta tra il 1540 e 1550 da un progetto di Lodovico Beretta. L’orologio Astrario, situato sul tetto della torre è l’ultimo dei tre realizzati dalla Serenissima Repubblica di Venezia dopo quelli di Padova e Venezia, venne iniziato nel 1544 e portato a termine nel 1546. Sulla sommità ci sono due automi in rame dotati di martello che scandiscono le ore sopra una campana in bronzo. Vengono chiamati in dialetto bresciano “Macc de le ure” (matti delle ore).

Castello di Brescia

Visitare Brescia in un giorno : vista dal Castello (copyright Parisianinrome)
Vista dal Castello di Brescia

Complesso fortificato ubicato sul colle Cidneo dal quale si gode una vista suggestiva e incantevole su tutta la città, il Castello di Brescia è frutto di numerosi interventi di epoche e dominazioni diverse. Detto anche il “Falcone d’Italia” per la sua posizione sopraelevata, è una tra le più grandi e meglio conservate fortezze dell’Italia Settentrionale.

L’edificio ospita anche due musei : il Museo del Risorgimento situato all’interno del Grande Miglio che presenta una collezione di documenti e dipinti che testimoniano la storia della città ; e il Museo delle Armi Luigi Marzolli nell’aerea del Mastio Visconteo dove è esposta una delle più ricche raccolte europee di armi ed armature antiche.

Museo di Santa Giulia

Visitare Brescia in un giorno : Oratorio di Santa Maria in Solario - Copyright Fondazione Brescia Musei
Oratorio di Santa Maria in Solario – Copyright Fondazione Brescia Musei

Dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 2011 e inserito nel progettto dell’UNESCO “Longobardi in Italia: i luoghi del potere” (i.e. rappresentano i luoghi di emblematica densità architettonica, artistica, culturale e storica longobarda), il Museo di Santa Giulia è allestito all’interno di un monastero femminile di regola benedettina che venne fondato nel 753 d.C. per volontà del re longobardo Desiderio e di sua moglie.

Il complesso museale – il più importante della città – racchiude secoli di storia e testimonianze artistico-culturali preziose: conta circa 11 000 pezzi, reperti celtici come elmi e falere, ritratti e bronzi romani, corredi funerari, mosaici e affreschi. Un’imperdibile opportunità che consente al visitatore un viaggio tra la storia, l’arte e la spiritualità di Brescia dall’età del bronzo alla dominazione veneta, sino al secolo scorso.

 

 

Per saperne di più sulla città e provincia di Brescia, potete visitare il sito ufficiale del turismo : Brescia Tourism

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *